Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito.
Proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie ok Per maggiori informazioni o negare il consenso, [LEGGERE QUI].

Riqualificazione Pavimentazioni

Durante le fasi produttive e di lavoro, la pavimentazione è continuamente sottoposta a fenomeni di usura, di contaminazione da stress logistici e assestamenti fisici che portano alla formazione di buchi, crepe, rottura dei giunti, ecc.. Interventi di manutenzione ordinaria e/o straordinaria, permettono di prevenire problematiche maggiori quali il peggioramento del ciclo produttivo e qualitativo dell’azienda, e di avere una superficie sempre funzionale.

TIPOLOGIE INTERVENTO

  • Giunti a travetto: Ideali per ripristinare giunti di costruzione o di dilatazione molto ammalorati. Ottima resistenza alle sollecitazioni e al transito continuo.
  • Giunti a stecca: Ricostruzione dei giunti di controllo ammalorati.
  • Sgusci: Stondature perimetrali continue, create per impedire l’annidamento di sporco, facilitare le operazioni di pulizia/lavaggio e dare continuità tra parete e pavimento.
  • Saldatura di crepe: sigillatura delle fessurazioni che vengono a crearsi in seguito ai movimenti del massetto in cls.
  • Ricostruzione di soglie di raccordo: fascia di raccordo in resina tra 2 pavimenti con sbalzi di quota.
  • Ricostruzione porzioni di pavimentazione: chiusura di buchi o tracce sulla pavimentazione con resine o malte fibrorinforzate.
  • Iniezioni: necessarie ai fini di bloccare i movimenti sussultori del pavimento provocati dall’imbarcamento delle lastre in cemento (Effetto Curling).
  • Consolidamento della pavimentazione: trattamenti in resina bicomponente per aumentare la resistenza del pavimento, consolidarlo e renderlo antipolvere.

Vedi Progetti